L’uomo possiede diverse intelligenze:

Tra queste vi è senza dubbio l’intelligenza finanziaria che, purtroppo, non viene insegnata a scuola e il suo approfondimento è lasciato alla famiglia e alla società che con concetti limitati e comportamenti discutibili, influenzano la mentalità di chi li ascolta, con conseguenti risultati scontati.

Anni fa partecipai a un seminario, i relatori erano tutti uomini affermati provenienti dal mondo finanziario americano; noi partecipanti, eravamo tutti Professionisti e Imprenditori europei.
Il nostro pensare al “Successo”, personale e professionale, differiva dal loro perché costruito intorno al nostro “ormai obsoleto” archetipo mentale.

Ci spiegarono che noi europei possediamo una mentalità prettamente assistenzialista, “ci facciamo andare bene tutto” e non siamo assolutamente orientati al successo credendo, che sia sempre e solo destinato ad altri più bravi, più raccomandati e più blasonati.
Questo modo di pensare ci rende SUDDITI PAUROSI, questo perché per secoli siamo stati governati, comandati e indirizzati da Imperatori, Re e Papi che dovevano mantenere il dominio assoluto sui nostri popoli e costringendoli a restare al loro posto per prevaricare e governare indisturbati.

E oggi da Imprenditori e Professionisti accettiamo questo “stato di fatto” nel quale più lavoriamo, più creiamo occupazione, più sopportiamo il peso delle responsabilità, più diamo sostegno all’economia produttiva del nostro Paese, più siamo tassati e martoriati dalla burocrazia; al punto da vedere decimati i nostri margini e spesso ad indebitarci per onorare il dovere fiscale.
Dobbiamo essere consci che da una parte è colpa nostra, perché nella maggior parte dei casi non pianifichiamo invaierà corretta a livello finanziario e fiscale le nostre attività e le nostre vite; dall’altra lo Stato punisce chi produce, con tasse sempre più alte. Questo inverso meccanismo premia, invece, chi non produce e non crea occupazione esentandolo o riducendogli al minimo le imposte.Chi mi conosce come uomo e come professionista sa che sono un draconiano osservante, rispettoso delle leggi e delle Istituzioni.

Perciò ritengo che se esiste una norma e un’autorità, esse devono essere osservate e rispettate, ciò non toglie che le regole possano essere cambiate, rimodernate, rese più efficienti e più giuste.

Ma come può accadere tutto questo?
Attraverso un cambio di mentalità, una nuova conoscenza finanziaria, fiscale e una corretta pianificazione.
Imparare a sviluppare la propria intelligenza finanziaria è un’ottima strategia per pianificare il proprio futuro e vivere serenamente il proprio presente.

Uscendo dalla cultura del debito e dai vecchi e obsoleti paradigmi ai quali, fino ad oggi siamo stati abituati e guidati.
Imparare a essere artefici del nostro successo, ad essere pro-attivi nell’avanzare idee, nuove regole e ad essere protagonisti nella gestione delle nostre aziende; ci consentirà di essere i veri Imprenditori del XXI Secolo.